R.I.R.U.C.

Tutti gli atti di trasferimento di immobili (compravendite, donazioni, assegnazioni, ecc.) devono essere corredati, all’atto della stipula, di una relazione redattata da un tecnico abilitato, convenzionalmente denominata Relazione Tecnica Integrata di supporto alla compravendita, o semplicemente Relazione Tecnica Integrata.


Si tratta di una importante iniziativa volta ad assicurare certezza ai trasferimenti immobiliari e ridurre il contenzioso post-vendita. Naturalmente i diversi attori del processo dovranno resistere alla tentazione di considerare l’adempimento come un mero passaggio formale e voler risparmiare sul costo a scapito della qualità della prestazione.

 

Infatti la Relazione Tecnica integrata è uno strumento di tutela e garanzia per acquirente e venditore ( o nel caso di altri tipi di cessione, per le parti coinvolte)

 

Anche chi non ha mai ristrutturato il proprio immobile, oppure lo ha ristrutturato presentando le opportune richieste di permessi, spesso scopre che esistono difformità più o meno accentuate, che finiscono per creare attriti in fase di stipula, richieste di abbasamento del prezzo o che sfociano in cause civili. Spesso non si tratta di veri e propri abusi: può essere una dimenticanza, un’omissione del tecnico che in passato ha gestito la ristrutturazione, o semplicemente una piccola modifica - anche costruttiva - giudicata all’epoca come talmente insignificante da non necessitare di ulteriori permessi ma che sotto la lente dell’attuale legislazione, si configura come una difformità da sanare. Esiste, inoltre, un elevato numero di immobili privi di abitabilità/agibilità, a volte senza che il proprietario lo sappia: magari vi ha vissuto per decenni, ma nessuno si è mai preoccupato di attivarsi per richiederla.

 

La conformità urbanistica è dichiarata dal venditore, il quale può delegare un Tecnico. Il notaio non ha l'obbligo di verificare che la conformità urbanista sia veritiera per cui la responsabilità civile e penale è quindi del venditore, per questo motivoè importante affidarsi a Tecnici con esperienza. L'abuso non si trasferisce con la compravendita, e resta in testa a colui che lo ha realizzato. Il venditore potrebbe trovarsi in situazioni davvero spiacevoli.


Cosa facciamo noi:
L’iter che abbiamo messo a punto per districarci nei labirinti della burocrazia ed effettuale le pratiche edilizie nel modo più rapido ed efficiente possibile è il seguente:

  • Primo contatto con il cliente: telefonico, via e-mail
  • Prendiamo visione dell’unità immobiliare
  • Estraiamo la relativa documentazione catastale
  • Individuiamo gli estremi dei titoli edilizi abitatevi
  • Eseguiamo mirati controlli con anche delle verifiche metriche tra i documenti rinvenuti e la reale situazione dei luoghi
  • Attestiamo la Conformità o la Non Conformità dell’immobile allo stato di fatto